Umberto Sarcinelli confermato Presidente Ussi Friuli Venezia Giulia

L’assemblea elettiva del gruppo regionale dell’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana)  Friuli Venezia Giulia, intitolato a Marco Luchetta, ha rinnovato ieri consiglio direttivo e gli organi statuari, riconfermando alla presidenza Umberto Sarcinelli.

L’assemblea e le votazioni si sono svolte in remoto utilizzando apposite piattaforme digitali. Dopo il saluto del presidente di Assostampa FVG Carlo  Muscatello, Matteo Contessa, neo eletto nel consiglio nazionale ha portato il saluto del presidente Gianfranco Coppola illustrando le linee programmatiche del gruppo di specializzazione per i prossimi quattro anni. «L’Ussi è la più grande redazione sportiva d’Italia – ha detto – e l’attività del rinnovato consiglio nazionale sarà volto all’incremento della formazione professionale, all’attenzione verso la deontologia e l’etica, con iniziative che portino, oltre a una maggiore visibilità dell’Ussi, all’aumento dei giovani iscritti e al sempre maggiore coinvolgimento delle donne. Particolare attenzione alla componente dei fotografi che vivono un momento di grave difficoltà e necessitano di una tutela più efficace».

Per quanto riguarda il gruppo regionale il riconfermato presidente, Umberto Sarcinelli, nel confermare l’identità di vedute con il consiglio nazionale, ha ribadito la peculiarità del gruppo del Friuli Venezia Giulia che si pone come elemento di apertura e di cooperazione con le analoghe associazioni slovene, croate e austriache, con particolare attenzione alle minoranze linguistiche, comprese quelle italiane negli stati vicini.

Oltre al Presidente Umberto Sarcinelli, nel nuovo consiglio direttivo in carica per il quadriennio olimpico 2021-2024 sono stati eletti Jan Grgic, Guido Roberti, Riccardo Tosques, Monica Tosolini, Edi Fabris, Nicolò Giraldi, Rado Sustersic, Antonio Di Bartolomeo e Walter Topan.

Eletti come Revisori dei Conti Pietro Trebiciani, Barbara Castellini, Pier Giorgio Baldassini, mentre Supplenti Revisori Giovanni Cernoia, Roberto Zanitti.