Premio Bancarella Sport 2021: festa Panathlon Italia a Lucca

di Tonino Raffa

Il profumo inebriante dei libri, l’aria frizzante della spensieratezza per la ripartenza dopo la pandemia, l’immersione piacevole nel mare affascinante della cultura sportiva. Si è respirato tutto questo all’anteprima del Bancarella sport 2021, svoltasi nella splendida cornice di Villa Cheli, a cura del Panathlon di Lucca.

Una magia che si è ripetuta per l’undicesima volta, con protagonisti i sei vincitori della cinquantottesima edizione del Premio che si contenderanno il titolo assoluto nella finalissima di sabato diciassette luglio a Pontremoli : Beppe Conti (autore di “Dolomiti da leggenda” Rinverdito editore), Gigi Riva (“Non dire addio ai sogni”, Mondadori), Ildo Serantoni (“Felice Gimondi, campione nello sport, campione nella vita”, Bolis Edizioni), Ezio Luzzi (“Tutto il mio calcio minuto per minuto”, Baldini & Castoldi), Antonella Stelitano (“Donne in bicicletta”, Ediciclo), Leo Turrini (“Panini, storia di una famiglia e di tante figurine” Editrice Minerva).

Una serata a tutto Panathlon, piena di glamour, introdotta dal presidente del club di Lucca Guido Pasquini e proseguita con i saluti dell’assessore comunale allo sport Stefano Ragghianti, dell’ex presidente della Fondazione Banca del Monte (sponsor dell’evento) Oriano Landucci, del Governatore dell’area 6 Andrea Da Roit, del vice presidente vicario del Distretto Italia Leno Chisci che ha portato anche il saluto del presidente nazionale Giorgio Costa) , del fiduciario provinciale del CONI Lucio Nobile. Presente al completo il direttivo Panathlon di Pisa.

Emozionante, piena di dati e di riferimenti, la rievocazione storica del “Bancarella sport”, fatta dal dirigente della Fondazione Città del Libro, Giuseppe Benelli. Il quale ha ricordato l’idea ispiratrice dei librai di Pontremoli, che risale al 1964, e il crescente prestigio del Premio che stimolando nel grande pubblico il piacere della lettura, ormai rappresenta la migliore vetrina della letteratura sportiva nel nostro Paese. Una idea abbracciata fin dall’inizio dalle più autorevoli case editrici, dal Panathlon International e dalla sezione di Lucca, che è tra i soci fondatori.

Sollecitati dalle domande del giornalista Sirio Del Grande, i finalisti hanno illustrato il contenuto delle opere, arricchendo la descrizione con aneddoti e gustosi retroscena, spesso inediti. Hanno sfoggiato tutti una capacità affabulatoria coinvolgente, in linea con la tradizione del Bancarella sport che ha sempre scelto le migliori firme e la migliore produzione dell’informazione sportiva in Italia. Basterà ricordare qualche nome dei vincitori delle scorse edizioni : Giovannino Guareschi, Dino Buzzati, Gianni Brera, Sandro Ciotti, Bruno Pizzul, Giampaolo Ormezzano, Gianfelice Facchetti, Bruno Longhi, Marco Pastonesi, Riccardo Cucchi.

Nella serata di Pontremoli, il Premio alla carriera, intitolato al grande Inviato de “La Gazzetta dello sport” Bruno Raschi, verrà consegnato a Carlo Cavicchi.