PANATHLON: L’8 SETTEMBRE LA VIDEOCONFERENZA “PARLIAMO ITALIANO E SCRIVIAMO IN ITALIANO”

“Una proposta del Panathlon Distretto Italia e dell’Ussi ai giornalisti, a partire da quelli sportivi”

Mercoledì 8 Settembre 2021

Ore 18.30

L’evento si svolgerà online sulla piattaforma Zoom link: https://us02web.zoom.us/j/84090076879

ID riunione: 840 9007 6879

Adesione gratuita aperta a tutti

Com’è a Vostra conoscenza il Panathlon Distretto Italia e l’Unione Stampa Sportiva Italiana (USSI) hanno siglato ad Ancona, lo scorso 2 luglio, un accordo di collaborazione, che prevede una serie di progetti da realizzarsi comunemente. Il primo di questi è: “PARLIAMO ITALIANO E SCRIVIAMO IN ITALIANO”, che leggete più sotto. La videoconferenza di presentazione di “PARLIAMO ITALIANO E SCRIVIAMO IN ITALIANO” è stata inserita nel programma del prestigioso Festival della Letteratura di Mantova (www.festivaletteratura.it/en/mantova/other-events).

Il presente invito è estendibile a soci ed amici del Panathon e dell’USSI

———-

APPELLO: “PARLIAMO ITALIANO E SCRIVIAMO IN ITALIANO”

Per non perdere la lingua italiana

Il Panathlon e l’Ussi decidono di dare il via ad un progetto di valorizzazione della lingua italiana per tutti i livelli della comunicazione, a partire dal giornalismo sportivo.
Tale valorizzazione consiste nella scelta di preferire l’utilizzo di vocaboli italiani e limitare l’uso di parole straniere in tutti i casi in cui ciò sia possibile e logico. Il motivo principale dell’appello è che il soggetto cui è indirizzata la comunicazione, se non conosce con esattezza i vocaboli stranieri utilizzati, può non capirne interamente il significato.
Si può inoltre notare che da troppo tempo si assiste ad un vera e propria invasione soprattutto di anglicismi, che in qualche modo dovrebbe essere frenata, e si rischia una proliferazione progressiva che può tradursi anche in un’inarrestabile colonizzazione culturale.
Il problema è stato segnalato già da diversi anni da intellettuali e da importanti autorità culturali, in particolare dall’Accademia della Crusca sia in tavole rotonde qualificate, sia a livello divulgativo.
Il contrasto decisivo potrebbe essere compiuto dal mondo dell’informazione e della comunicazione, partendo dal giornalismo sportivo, che ha un contatto diretto con un numero elevato di cittadini.
La proposta dell’APPELLO consiste sostanzialmente in un impegno da sottoscrivere con una semplice adesione, che può essere estesa a tutti i giornalisti, agli altri intellettuali e al mondo dello spettacolo, per arrivare poi sul tavolo dei politici e coinvolgere qualsiasi altro cittadino.
Non a caso essa nasce in un anno in cui viene commemorato Dante, il padre della lingua italiana.
E non a caso questo APPELLO parte dalla provincia in cui nacque Virgilio, il maestro di Dante.