Covid: morto il fotoreporter Angelo Marchese

Giornalismo campano in lutto per la scomparsa di Angelo Marchese, morto ieri nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino a causa del maledetto virus. Aveva 64 anni.
Nato il 27 aprile 1957, era giornalista pubblicista iscritto all’Ordine della Campania dal 13 marzo 2000. Giornalista e fotografo, era direttore di User Tv.

Innamorato della sua Cervinara, che ha immortalato e raccontato in tutte le sue sfaccettature, “Angioletto”, come veniva affettuosamente chiamato dagli amici, è stato un cultore della storia e delle tradizioni irpine, tanto da essere chiamato a ricoprire anche l’incarico di presidente della Pro Loco.
A rendergli omaggio, a nome della città di Cervinara, il sindaco Caterina Lengua: «In questo giorno di profondo dolore, la nostra comunità è avvolta da un rispettoso silenzio. La perdita del caro Angelo Marchese ha unito tutti noi in un corale abbraccio alla sua adorata famiglia, che tanto ha patito della lontananza dal suo affetto più grande. La vitalità, l’intraprendenza e la giovialità che hanno sempre contraddistinto ogni sua opera, ogni suo progetto, lasceranno un ricordo di lui indelebile nelle nostre memorie.
Appassionato conoscitore del territorio, uomo colto e dall’intelligenza viva si è amorevolmente speso per il suo paese, alla costante ricerca di un qualcosa che potesse valorizzarne la bellezza. La sua tenacia l’ha guidato in questa difficile battaglia, i suoi cari l’hanno supportato nei giorni che, lenti, si susseguivano, e il messaggio di amore della nostra comunità è arrivato dritto al cuore di tutti loro».

Profondo cordoglio per la scomparsa di Angelo Marchese viene espresso dal presidente e dal vice presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e Mimmo Falco, che in questo momento di grande dolore si stringono attorno alla famiglia e ai colleghi della redazione.
«Abbiamo perso la nostra guida. Ci ha ha lasciato un uomo dalle mille virtù», affermano i colleghi di  User Tv sottolineando che «l’affetto che state dimostrando è la prova che il nostro Angelo Marchese ha lasciato il segno nella nostra comunità. Usertv perde un riferimento importante. Ma sapremo andare avanti per onorare il suo nome nel solco che lui stesso ha tracciato caratterizzato dall’indipendenza e dall’amore per il territorio». FONTE: giornalistitalia.it