All’arbitro Rizzoli il premio internazionale Giulio Campanati

Un altro prestigioso riconoscimento, il Premio Giulio Campanati, per Nicola Rizzoli, che il 10 luglio scorso ha diretto la finale Germania-Argentina al Mondiale in Brasile. Prima del fischio d’inizio della sfida tra Italia e Croazia, valida per la qualificazione agli Europei di Francia 2016, allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano l’arbitro bolognese è stato premiato come il miglior direttore di gara della FIFA WORLD CUP 2014.
Il Premio Internazionale “Giulio Campanati” è stato istituito dall’Associazione “Amici di Giulio Campanati”, insieme alla Sezione Aia “Umberto Meazza” di Milano, con il patrocinio della Federazione italiana Giuoco Calcio. Il premio è stato consegnato sul campo di San Siro, alla presenza del Presidente federale Carlo Tavecchio, del suo predecessore e vice Presidente Uefa Giancarlo Abete, del Presidente Aia Marcello Nicchi e del Presidente dell’Associazione “Amici di Giulio Campanati”, Giorgio Campanati. Ad assegnare il premio è stata una giuria di qualità, composta da dirigenti arbitrali, ex arbitri illustri, esperti dei media e dirigenti calcistici.
ternaL’associazione – nata in memoria del “presidentissimo” Giulio Campanati, arbitro e dirigente a livello internazionale della Fifa e della Uefa, alla guida dell’Associazione Italiana Arbitri dal 1972 al 1990 – ha deciso di conferire un riconoscimento speciale anche ai due assistenti di gara Renato Faverani e Andrea Edoardo Stefani, (il primo e il terzo da sinistra, nella foto) che hanno egregiamente supportato l’operato di Nicola Rizzoli durante il Mondiale 2014.