Lega Pro e “mamme a distanza”

SAMSUNG CSCFirenze verso il Brasile. Parte dal capoluogo toscano un progetto sociale che vede nel calcio, il “playmaker”. “Le mamme a distanza della Lega Pro”, tra le quali le addette stampa dei club e altre figure femminili che lavorano nelle società dell’ex Serie C, hanno adottato a distanza due piccoli brasiliani Ellie, una bambina di 10 anni dai fluenti riccioli e le fossettine sulle guance e Nilson, un piccolo di 9 anni con gli occhi neri, profondi.
L’iniziativa, promossa dall’Area Comunicazione della Lega Pro con Gaia Simonetti e Nadia Giannetti (a destra e sinistra nella foto), nasce con il supporto della Caritas Parma. E’ un progetto che vede il calcio declinato al sociale, e che si lega alle adozioni a distanza, nate oltre venti anni fa, che vedono impegnati i club di Lega Pro.