Ugo Ristori, segretario generale dell’Accademia Olimpica Nazionale, ha lasciato questa terra

L’AONI ricorda il suo Segretario generale, che per tanti anni ha portato avanti, con lo spirito di un pisano doc, le numerose iniziative che caratterizzano l’Accademia: le Sessioni annuali, con la rispettiva stampa degli Atti; il Concorso biennale Arte e Sport e le relative pubblicazioni.
Sempre con la stessa voglia di fare, di essere utile allo sport.
Perchè Ugo Ristori non si è mai fermato. Già presidente dell’UISP per molti anni, poi assunto dal CONI per operare nell’ambito dei Giochi della Gioventù, della Settimana dello Sport e in tutte le iniziative promosse dal CONI in collaborazione con gli Enti di promozione sportiva, ha contemporaneamente operato nell’ambito della rivista mensile “Lo sport italiano fino all’età della pensione. Da quel momento la sua passione si è trasferita sull’Accademia Olimpica, alla quale ha offerto le sue capacità organizzative, fino a quando le forze fisiche non lo hanno abbandonato, Ma anche dolorante, voleva sempre informarsi sul cammino dell’AONI, dare consigli, sentirsi parte operante, anche se non più presente.
L’Accademia lo ricorda come dirigente e come amico, stringendosi con profondo affetto ai figli Alessandro e Massimo, che lo hanno assistito fino alla fine con amore e pazienza, perché il carattere di Ugo non era facile da seguire. Con Ristori se ne va un dirigente sportivo di grande operosità ricca di fantasia, che ha vissuto, con diversi ruoli, i momenti belli e quelli più difficili dell’organizzazione sportiva italiana.

l’Ussi partecipa al dolore della famiglia e di chi lo ha conosciuto è stimato.