Presentato a Roma il progetto Ussi “Allena il modo di vedere lo sport” che prenderà il via nei prossimi giorni

           

Si è svolto questa mattina (28 settembre 2020) a Roma, al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, il seminario che ha dato il via al progetto ideato dall’USSI che si pone l’obiettivo di diffondere la conoscenza degli effetti benefici dello sport e della corretta alimentazione degli Over 64.

Il progetto, realizzato con il contributo di Sport e Saluta S.p.A., verrà gestito in collaborazione ad altre associazioni benemerite del CONI, quali il CISCoD (Comitato Italiano Sport contro la Droga), l’APEC (Associazione Pensionati CONI) e ANSMES (Associazione Nazionale Stelle e Palme al merito sportivo), con il supporto dell’ente di promozione sportiva AiCS e dell’UPTER, l’Università Popolare della terza età.

A fare gli onori di casa, nella duplice veste di Presidente del Circolo Canottieri Tevere Remo e Presidente del CISCoD, è stato il Campione olimpico di pentathlon moderno e docente universitario Daniele Masala che, insieme al Presidente USSI Luigi Ferrajolo, ha ringraziato i presenti e le associazioni benemerite per il loro supporto nella realizzazione del progetto. Sia Masala che Ferrajolo  hanno posto l’accento sull’importante ruolo che avranno i presidenti dei Gruppi regionali USSI e dell’AiCS, chiamati – fin dai prossimi giorni – a svolgere in 19 città di tutta Italia i Master Class della durata di tre giorni.

Il format USSI sarà lo stesso in ogni regione. Verranno intervistati un campione/testimonial dello sport portato da ANSMeS, il presidente del gruppo AiCS e un tecnico (AiCS) che farà anche svolgere, agli over 64, un’ora di pratica sportiva in tre giorni diversi a coloro che parteciperanno alla prima puntata.

A moderare il seminario il Segretario Generale USSI Guido Lo Giudice che, in avvio dell’incontro, ha letto ai presenti e a coloro che seguivano in streaming, sul profilo facebook dell’USSI, il saluto del presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli.

Il saluto del Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli

Caro presidente Ferrajolo, cari presidenti,

nel salutarvi tutti insieme  c’è già il senso di quello avete fatto.

Vi ringrazio di cuore per aver seguito gli auspici di Sport e Salute: unire le forze, fare squadra tra più Associazioni benemerite per presentare un progetto comune. Un progetto che si rivolge a uno degli obiettivi della Società, ossia i corretti stili di vita anche per gli over 64. E’ un target di Sport e Salute, non secondo rispetto alla promozione dello sport di base rivolta ai bambini e ai ragazzi.

Ussi, Ciscod, Apec, Ansmes hanno messo insieme le loro competenze, così come è successo per gli Enti di promozione sportiva. Avete colto l’attimo, dopo i mesi tremendi del lockdown, siete stati tra i primi a farlo, il vostro progetto unisce la visione e la praticità, la sintesi, la concretezza. Immagino che in questo una parte del merito vada ai giornalisti sportivi, che sanno tradurre le emozioni e la sostanza dello sport nei tempi stretti di un giornale, della tv o di un sito e con parole chiare.

Ai giornalisti si sono affiancate le esperienze di Masala, Gola e Blasetti e dei loro associati, che sono infinitamente preziose per il futuro dello sport italiano.

Sport e Salute e io personalmente sono qui a dirvi ancora grazie e a confermare la volontà di starvi sempre accanto.

Vito Cozzoli

 

Ci sonno stati poi gli interventi del Segretario Generale dell’ANSMeS, Alessandro Pica, che ha portato anche i saluti del presidente Gianni Gola, che si occuperà di individuare i 19 testimonial per i 19 appuntamenti stabiliti nelle città italiane, consegnandoli poi ai rappresentanti dell’USSI che li intervisteranno.

In rappresentanza dell’APEC, ha poi preso la parola Augusto Rosati, il vicepresidente dell’Associazione Pensionati CONI che si è occupato personalmente, seguendo le indicazioni del presidente Massimo Blasetti, di redigere un numero della storica rivista della benemerita interamente dedicato agli argomenti trattati dal progetto “Allena il modo di vedere lo sport”.

Impegnato a dare massima visibilità al progetto anche l’UPTER: il direttore dell’Università della Terza Età, Francesco Florenzano, ha infatti confermato la volontà di affiancare lo sviluppo del progetto e darne massima visibilità tra i suoi iscritti.

Successivamente Enza Beltrone, giornalista che collabora con la segreteria nazionale USSI e ideatrice del progetto, è entrata nei particolari per illustrare cosa è stato prodotto per la realizzazione del progetto, in particolare la rivista pubblicata da APEC e una brochure informativa e illustrativa, stampata in 20 mila copie. Materiale che arriverà in tutte le città che faranno parte del “tour” del progetto. La brochure propone, oltre agli obiettivi del progetto, 10 consigli utili sullo stile di vita da tenere per gli over 64, informazioni sulla corretta alimentazione e l’attività fisica per gli over 64.

Infine, è stato dato ampio spazio agli interventi degli “esperti” che hanno focalizzato più nello specifico, gli argomenti inerenti il progetto. Sicuramente molto interessante è stato l’approfondimento del professor Paolo Zeppilli, cardiologo e ordinario in medicina dello sport, oltre che medico federale FIGC, il quale ha fatto un excursus sull’attività sportiva praticata dagli over 64 in relazione all’età anagrafica e biologica. Zeppilli al termine della sua presentazione corredata da testi e fotografie ha risposto a diversi quesiti. Molti consigli utili relativi all’alimentazione li ha poi forniti la nutrizionista Edy Virgili. Da parte sua ci sono stati anche esempi pratici da seguire per far sì che una corretta alimentazione permetta ai “super adulti” di portare avanti uno stile di vita sano, da affiancare all’attività fisica.

Infine, l’intervista al campione olimpico di pugilato a Mosca ’80 Patrizio Oliva che, attraverso il racconto della sua storia personale da atleta agonista, ha offerto delle pillole di saggezza da seguire per recepire in profondità il senso profondo della pratica sportiva e tutte le sue implicazioni sociali e salutari.

 

La parola adesso passa ai presidenti dei gruppi USSI e ai  presidenti dei comitati regionali AiCS, che metteranno in pratica il progetto “Allena il modo di vedere lo sport” nelle 19 città designate che indichiamo di seguito in rigoroso ordine alfabetico: Cagliari, Campobasso, Catanzaro, Cremona, Firenze, Foggia, Forlì, L’Aquila, La Spezia, Macerata, Napoli, Novara, Perugia, Pordenone, Potenza, Roma, Trapani, Trento e Vicenza.

E’ possibile vedere la presentazione del progetto su: https://www.facebook.com/unionestampasportivaitaliana/videos/256920772238748?locale=it_IT%2F