Aumentano i posti allo stadio per giornalisti e fotografi. Il comunicato del ministro Spadafora e i ringraziamenti dell’Ussi

AMPLIATO IL NUMERO DEGLI ACCESSI STAMPA AGLI STADI: 70 GIORNALISTI E 30 FOTOGRAFI

Il ministro Spadafora comunica l’ampliamento degli accessi-stampa negli stadi di A, B e C nei quali si giocherà a porte chiuse.
La nuova disposizione entrerà in vigore a partire da domani, domenica 21 giugno.

“È importante e giusto, sia dal punto di vista lavorativo che da quello della pluralità, che le competizioni sportive possano essere raccontate da diversi punti di vista. In considerazione di questo, e rispondendo alle legittime richieste avanzate nei giorni scorsi dall’Ordine dei giornalisti, dalla Federazione nazionale della Stampa italiana, dall’Unione Stampa sportiva italiana e dall’Unione sindacale dei giornalisti Rai, ho dato la possibilità, rispettando le regole previste su distanziamento e dispositivi di protezione individuali, di aumentare sensibilmente il numero di accrediti consentiti negli stadi, fino a settanta giornalisti e trenta fotografi”.

Il comunicato dell’Ussi.

Nel ringraziare il ministro Vincenzo Spadafora per aver accolto le sollecitazioni, a nome dei colleghi giornalisti e fotogiornalisti, ampliando il numero degli accrediti per le partite di campionato da 10 +10 , previsti nel protocollo, a 70+30, Fnsi, Ussi e Usigrai auspicano che si possa tornare alla normalità pre-pandemia nel più breve tempo possibile, affinché a tutti sia garantito il sacrosanto diritto al lavoro.
Per questa ragione Fnsi, Ussi e Usigrai, con spirito costruttivo, porteranno avanti il confronto con il ministro dello sport e il presidente Figc Gabriele Gravina, con l’obiettivo di difendere il pluralismo nell’informazione sportiva.