Atletica, consegnata la candidatura di Roma per gli Europei 2024

La FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera) ha consegnato all’Associazione Europea di atletica leggera il documento di candidatura della città di Roma ad ospitare i Campionati Europei del 2024. È, di fatto, la conclusione della prima fase dell’iter di assegnazione della manifestazione, che si completerà l’8 maggio prossimo a Parigi, quando verrà resa nota la città che ospiterà la rassegna continentale. In lizza con Roma, per il prestigioso traguardo, la città polacca di Katowice. Centrale, per la definizione del dossier di Roma 2024, il ruolo del Governo, in particolare del Ministro per lo Sport, il cui supporto conferisce alla candidatura tricolore la solidità richiesta dall’Associazione Europea (EA). Rilevante, allo stesso tempo, anche l’intervento del Comune di Roma, che ha sposato in pieno il progetto fin dalla sua nascita.

Le gare, secondo quanto riportato dal dossier, avranno luogo non soltanto allo Stadio Olimpico, ma anche in altre sedi all’interno della città: il getto del peso al Colosseo, le prove di marcia sul circuito delle Terme di Caracalla (con il via dall’Arco di Costantino), e la mezza maratona con partenza e arrivo su via della Conciliazione a pochi metri da piazza San Pietro (come avviene ormai ogni anno in occasione della Half Marathon Via Pacis). Nel caso di un esito positivo della candidatura, i Campionati Europei approderebbero in Italia per la terza volta nella storia della manifestazione, dopo le edizioni di Torino 1934 (la prima in assoluto per la rassegna continentale) e di Roma: lo Stadio Olimpico riaprirebbe le sue porte all’atletica europea 50 anni dopo l’edizione che passò alla storia, tra le altre cose, per la prima volata d’oro sui 200 metri di Pietro Mennea.

(nella foto: lo stadio Olimpico di Roma, fonte Fidal)