OLIMPIADI: MILANO-CORTINA 2026, SI COMINCIA

Con una serata di benvenuto si è aperta la due giorni dedicata al Seminario Internazionale su Milano-Cortina 2026, organizzato dal CIO in collaborazione con il CONI, il Comitato Italiano Paralimpico e gli Enti territoriali coinvolti nel progetto. L’evento – nella moderna location Base nella ex Ansaldo – ha seguito di poche ore la formale costituzione della Fondazione che organizzerà i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali.

E’ stata occasione di incontro fra gran parte dei personaggi coinvolti nell’avventura olimpica, a cominciare dai governatori di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, dai sindaci di Milano e Cortina, Giuseppe Sala e Giampietro Ghedina, il presidente del CONI, Giovanni Malagò, e quello del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli, oltre a dirigenti dello sport nazionale ed internazionale, atleti del passato e del presente, rappresentanti della stampa scritta e radiotelevisiva.

Il CIO era rappresentato dalla presidentessa della Commissione di Coordinamento, la finlandese Sari Essayah, accompagnata fra gli altri dal direttore per i Giochi Olimpici, Christophe Dubi, e dal pluricampione olimpico di tiro a segno, Niccolò Campriani, attualmente funzionario del Dipartimento Sport a Losanna.

Proprio Sari Essayah è intervenuta negli indirizzi di saluto, insieme a Malagò e Sala, ricordando quanto sia importante “il gioco di squadra e la voglia della gente di avere le Olimpiadi” e garantendo l’impegno suo e della Commissione per “supportare il progetto”, esaminato nei dettagli nella “due giorni” milanese.

La serata è stata accompagnata da un concerto dell’Ensemble Musica Instrumentalis, formazione di soli archi nata a Milano nel 2017, con giovani musicisti provenienti da tutta Europa.

(Foto Mezzelani GMT Sport)