ADDIO A CESARE CADEO, VOLTO DELLA TV E DEL CALCIO ROSSONERO

Milano, 4 aprile – Cesare Cadeo, volto notissimo della tv e del mondo sportivo, giornalista e grande tifoso milanista, si è spento a Milano all’età di 72 anni dopo lunga malattia. Per anni Cadeo è stato uno dei conduttori più popolari delle tv Fininvest-Mediaset, spaziando dallo spettacolo di intrattenimento alle trasmissioni sportive con competenza e grande amabilità.

Responsabile delle relazioni esterne del Milan di Felice Colombo e Vittorio Duina nei primi anni ’70, Cadeo era entrato da pioniere nel mondo delle tv private lavorando a Tvm66, una delle prime emittenti televisive milanesi. Alla fine degli anni ’70 il suo incontro con Silvio Berlusconi, destinato a diventare un solido rapporto di lavoro e di amicizia. Da TeleMilano58 alla successiva Canale 5 e poi a Italia 1, Cadeo attraversa tutti gli eventi sportivi e sport-televisivi realizzati dal “Biscione”. Nel 1986 è lui a condurre all’Arena Civica di Milano la fantasmagorica presentazione del nuovo Milan di Silvio Berlusconi, e ancora, due anni dopo, a condurre a San Siro la festa del primo scudetto del Milan “stellare”, nel quale entrerà anche come consigliere d’amministrazione. Tra le sue conduzioni e presenze televisive più note, “Goal”, “Calciomania”, “Mai dire Goal”. Nella carriera di Cadeo, padre di tre figli, c’è stata anche una parentesi politica, come assessore allo Sport della Provincia di Milano negli anni 1999-2004.

Ai familiari giungano le sentite condoglianze dell’USSI