Mondiale F1 perduto? In Ungheria a 5 giri dalla fine lo riapre Vettel. Vince Hamilton ma non è finita

Bisogna accontentarsi. Con un supersorpasso su Bottas Vettel agguanta il secondo posto al Gran Premio di Ungheria e tiene vive le speranze Ferrari. Ecco la descrizione del momento clou della gara: “Ad un certo punto ho sentito di essere stato colpito nel posteriore da Bottas. Lui non aveva dove andare mentre io ero già davanti. Ad ogni modo non lo biasimo. Aveva poco grip con le gomme e quando ti trovi in questa condizione è difficile fermare la vettura. Ha effettuato un bloccaggio e ci siamo toccati. Le mie gomme posteriori erano ancora in ottimo stato e quando ho azionato il DRS sapevo che lo avrei superato comodamente all’ingresso di curva 2. Volevo essere certo di non allungare troppo la frenata e quando ho affrontato la curva a sinistra ho sentito il colpo. Sono stato fortunato a recuperare subito la vettura ed a non subire alcuna foratura. La squadra mi ha subito informato che le gomme non avevano problemi ed io ho avuto buone sensazioni dalla macchina sino al termine della gara”.
24 punti di vantaggio per il campione del mondo Hamilton, uscito vittorioso dal noiosissimo Gran Premio d’Ungheria. Doppietta Mercedes che sembrava non essere in discussione, risultato delle qualifiche che sembrava pienamente confermato, con la sola nota diversa del bronzo per Vettel.
Però a 5 giri dalla fine il tedesco entra durissimo su Bottas, quasi gli taglia la strada, in staccata (ma entra prima in curva) e il finlandese ferrarista supera il connazionale delle Frecce d’Argento. Quarta volta sulle ultime 5 gare in cui Raikkonen arriva terzo.
Con Verstappen ritirato subito, il quarto posto di Ricciardo segnala una bella rimonta dell’australiano che ha la meglio in un duello con Bottas per la quarta piazza con scontro annesso. Doveroso passo indietro del finnico a evitare guai con la giustizia sportiva.
Eccellente performance di Toro Rosso che porta Gasly al sesto posto. Era stato quarto in Cina.
Poi Magnussen, Alonso, Sainz e Grosjean a completare i piloti a punti.