A Lucca seminario “Pace e sviluppo attraverso l’informazione sportiva”

Radio e Sport Seminario di formazione: “Pace e sviluppo attraverso l’informazione sportiva” 13 febbraio 2018 ore 15 Sala Nobile Villa Bottini, Lucca

Muovendo dalla vision con cui l’UNESCO ha istituito il tema dell’edizione 2018 della giornata Mondiale della Radio i Club per l’UNESCO di Lucca e Vinci grazie alla collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la presidenza della Commissione Cultura del Senato, l’Ambasciata Italiana in Corea, l’Università di Pisa e il sostegno del Comune di Lucca, hanno organizzato un Seminario di formazione dal titolo: “Pace e sviluppo attraverso l’informazione sportiva” che si svolgerà il 13 febbraio 2018 alle ore 15.00 presso la Sala Nobile Villa Bottini, Via Elisa 9, Lucca.
L’ordine dei giornalisti della regione Toscana ha riconosciuto questo seminario come attività di formazione per i giornalisti professionisti iscritti all’ordine con il rilascio dei crediti.
L’obiettivo di questo incontro, che sarà trasmesso in diretta streaming e via radio, è quello di sollecitare i giornalisti, i giovani e la società civile a coltivare l’interesse per le iniziative sportive al servizio della pace e dello sviluppo non dimenticando la parità di genere nell’informazione sportiva e la promozione degli sport tradizionali compresa l’inclusione nella comunicazione per gli atleti paralimpici.
I lavori verranno aperti dal Senatore Andrea MARCUCCI Presidente della Commissione Cultura del Senato e membro della Assemblea della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e dall’ intervento Radiofonico con il Ministro Plenipotenziario Enrico VICENTI Segretario Generale Commissione Nazionale Italiana UNESCO.
Tra gli autorevoli relatori, una presenza d’eccezione: l’intervista radiofonica a S.E. Marco DELLA SETA Ambasciatore Italiano in Corea che ci parlerà dei giochi Olimpici invernali che si svolgono nella contea di Pyeongchang, nella Corea del Sud, che stanno assumendo una grande importanza storica.

Questa intervista dimostra come la radio è davvero in grado di raggiungere con facilità molti angoli del nostro pianeta. Eppure nonostante viviamo in epoca di convergenza dei media, e assistiamo all’evoluzione dei servizi radiofonici che si adottano a nuove forme di comunicazione digitale (banda larga, smartphone, tablet); ancora oggi quasi un miliardo di persone non hanno accesso alla radio. Sarà questa l’occasione per capire lo stato dell’Informazione in un paese diviso tra la Corea del Nord e del Sud e l’azione di dialogo svolta dai giochi Olimpici invernali. Un sentito ringraziamento va a tutti i numerosi partner di questa iniziativa ma soprattutto ai media partner veri protagonisti di questa giornata: Radio Bruno, Radio Lucca 2000, Radio Eco dell’Università di Pisa.