LIBRI: Arrivano i nostri (Franco Esposito ed. Absolutely Free Libri pag. 296)

ARRIVANO I NOSTRI
(Italiani tecnici vincenti, anche nella striscia di Gaza. Da Puppo  a Conte, Spalletti, Ancelotti, Mancini, Ranieri)

Autore: Franco Esposito

Editore: Absolutely Free Libri (2018), pag.296, Euro 18,00

 Franco Esposito

I personaggi protagonisti di primo piano delle storie di calcio, ma anche di vita, raccolte in queste pagine sono: Sandro Puppo e Mario Astorri, i primi; a seguire, fino ai giorni più recenti, Trapattoni, Ancelotti, Spalletti, Mancini, Conte. E Claudio Ranieri, regista della “più grande sorpresa nella storia del calcio”: lo scudetto nella Premier, al timone del Leicester, piccola squadra che, dopo 134 anni era ancora senza titoli in bacheca. Tutte storie raccontate attraverso l’operato di 25 “eccellenze”, note e meno note, del mondo calcistico italiano. Al centro di quelle più conosciute e famose troviamo personaggi come Fabio Capello, vincitore di due scudetti (1997 e 2007) con il Real Madrid (Spagna); o come Massimo Carrera, assistente e collaboratore di Antonio Conte alla Juventus, poi nella nazionale italiana, che a Mosca, nel 2017, ha portato allo scudetto lo Spartak.

Accanto ai nomi più noti, Franco Esposito, con elegante scrittura e dettagliata documentazione, ricorda anche i “mister”, specialisti di vittorie in Africa, Asia, Europa; fino in Moldavia, dove Roberto Bordin, nello stesso anno (2017), ha conquistato per due volte di seguito il campionato locale, con la squadra Sheriff  Tiraspol, in seguito al cambiamento delle date di inizio e fine delle gare. Anche in Etiopia, dove il calabrese Danilo Pileggi, una vita nel Torino, ha vinto, nel 2010 con il St. George nel campionato Ethio-Premier.

Renzo Ulivieri, tecnico di lungo corso e Presidente dell’Associazione Italiana Allenatori, scrive nella prefazione che quelle narrate dall’Autore sono storie di calcio e storie di vita. Racconti che ci riportano, seppure con tocchi leggeri, alla storia del calcio italiano nell’ultimo secolo. Per Ulivieri, Esposito “è delicato, profondo, ironico: non si limita ai tratti conosciuti, ma va alla ricerca delle tante sfaccettature che caratterizzano la personalità di questi nostri tecnici. I quali smettono di essere personaggi e diventano persone”.

Franco Esposito ha seguito come inviato del “Mattino” e del “Corriere dello Sport-Stadio” sei edizioni dei Giochi Olimpici, cinque Campionati del mondo di calcio, importanti eventi di pallanuoto e di pugilato, in Europa e negli Stati Uniti. È stato insignito dal Coni e dall’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) della “Penna alla carriera-Giorgio Tosatti 2016”); quattro volte è stato vincitore del Premio Selezione Bancarella-Sport.