FESTA DELLA BRACCO ATLETICA, 18 ANNI DI GLORIA SPORTIVA

Milano, 1 dicembre  – Bracco Atletica in festa oggi, nella Sala Gaber del Grattacielo Pirelli, per l’annuale cerimonia di consegna dei premi, di bilancio di fine d’anno e propositi per il futuro della ancor giovane e plurititolata società di atletica femminile. Giovane ma arrivata alla maggiore età proprio quest’ anno, con i 18 compiuti dalla fondazione avvenuta nel 2000. Da allora è stata per la Bracco Atletica una lunga sequenza di vittorie (146 titoli italiani nelle diverse categorie), di continui successi culminati nel 2017 con la conquista della Coppa Europa per Club e della Supercoppa femminile.

Solo una punta di amarezza quest’anno, malgrado la stagione sempre brillante,  per aver mancato di appena mezzo punto un nuovo scudetto tricolore agli assoluti di atletica leggera. Ma senza rimpianti – come ha sottolineato nel suo intervento il presidente della società, Franco Angelotti – e con la piena volontà di impegnarsi verso i nuovi traguardi che si prospettano per l’anno in arrivo e ancora di più per il 2020. Angelotti e la presidentessa onoraria, Diana Bracco, hanno rivolto il loro saluto e ringraziamento alle atlete, ai tecnici e ai componenti di tutti i settori della società, che vanta tra l’altro 57 atlete chiamate nella sua storia a vestire la maglia azzurra. Cinque quest’anno in azzurro nelle più importanti competizioni internazionali: Valentina Trapletti, Grancarla Trevisan, Nicla Mosetti, Lidia Barcella e Letizia Tiso, premiate oggi assieme a tutte le altre ragazze che hanno primeggiato nelle diverse discipline e categorie.

Tra gli altri, hanno portato oggi il loro saluto alla Bracco Atletica l’assessora regionale lombarda allo Sport, Martina Cambiaghi, il presidente della FIDAL regionale, Gianni Mauri, la delegata CONI di Milano, Claudia Giordani, e l’ex campione azzurro del mezzofondo ed ex presidente FIDAL, Franco Arese.