Ex Fissa: deciso il pagamento della cosiddetta prestazione minima di garanzia

 La Commissione paritetica del Fondo Ex Fissa ha deciso il pagamento della cosiddetta prestazione minima di garanzia, in favore di tutti i colleghi in lista d’attesa. La stessa verrà infatti erogata, a distanza di 12 mesi dall’ultimo pagamento, in favore:

  1. 1- dei giornalisti che non hanno manifestato interesse alla liquidazione anticipata in forma ridotta;
  2. 2- dei giornalisti che – pur avendo manifestato interesse alla predetta liquidazione anticipata – sono in attesa definire la propria posizione, al pari di quanto avvenuto lo scorso gennaio;
  3. 3- dei giornalisti nel frattempo entrati in pensione, sino a dicembre 2018.

Proprio per erogare la rata di 3.000 euro lordi anche a questi ultimi, la Commissione ha deciso di far affluire al Fondo tutte le risorse di spettanza dell’esercizio 2018 e, pertanto, liquidare la prestazione nel mese di gennaio 2019.
Per quanto riguarda le posizioni sinora liquidate – a seguito di pagamento anticipato in forma ridotta della prestazione, in base all’opzione prescelta (50%, 55% o 60% del capitale residuo, rispettivamente in 1, 3 o 5 anni) – con lo stanziamento iniziale di circa 6,7 milioni di euro, sono state gestite le prime 192 posizioni in graduatoria, relative ai giornalisti entrati in pensione sino a maggio 2011.