Domusbet Catania, Terracina ed Ecosistem Catanzaro a punteggio pieno. Per gli etnei 27 centri in due giornate.

Nella seconda giornata del girone B, cadono i padroni di casa dell’Alpitour Villasimius ed arrivano le prime vittore per la Chancebet Canalicchio di Giuseppe Mascara e per la Sicilia BS. Il match di domani, domenica 10 giugno, tra Alpitour Villasimius e Terracina è stato anticipato alle ore 17  

Quartu Sant’Elena (Cagliari), 9 giugno 2018 – La 15^ edizione della Serie Aon targata FIGC – Lega Nazionale Dilettanti conferma la Domusbet Catania tra le sicure protagoniste per la vittoria finale del titolo tricolore. Il lungo pomeriggio del “Fratelli Beretta Beach Stadium” sulla spiaggia del Poetto a Quartu Sant’Elena si è infatti aperto con la seconda, larga, vittoria della formazione etnea guidata da mister Costa; il match è stato trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook ufficiale e sul sito del Beach Soccer della LND così come, nella stessa giornata, gli incontri tra E.Catanzaro – A. Villasimius e Napoli – Terracina. Questa volta a far le spese della forza catanese, è stato il Palazzolo di Belluso superato con il punteggio di 11-1. Sugli scudi il poker di Palmacci e le doppiette di Ott e Zurlo. Di Rutai l’unica marcatura del Palazzolo. Un avvio di stagione importante per i rossazzurri che, in due sole giornate, hanno messo a segno la bellezza di 27 reti a fronte delle 2 subite. Nella seconda giornata del girone B è anche arrivata la prima vittoria per l’altra squadra catanese della Chancebet Canalicchio; la squadra di Giuffrida si è infatti imposta con il punteggio di 8-3 sull’Atletico Licata. Non è bastato lo scatenato Famà ad evitare una sconfitta costruita anche dall’ottimo Calmon che ha realizzato, nella circostanza, una pesante tripletta, oltre alle finezze di Giuseppe Mascara, giocatore passato dalla Serie A di calcio a 11 alla Serie Aon di Beach Soccer andato in gol ieri, all’esordio, con una prodezza di tacco. Atletico Licata quindi al secondo stop consecutivo in vista del prossimo confronto contro il Palazzolo nel quale dovrà tirar fuori il massimo. Lo spettacolo della prima tappa del Campionato, nella meravigliosa Sardegna, è andato avanti con la successiva sfida tra Sicilia BS e Lamezia Terme conclusasi con il successo dei siciliani per 8-4 con eccellenti prove di Missale e Piu. La Sicilia ha riscattato così la prima sconfitta patita con il Terracina, nonostante l’ottima prova offerta, conquistando i primi 3 punti nel girone B. Il Lamezia Terme resta invece alla finestra avendo incassato un secondo stop dopo la pesante sconfitta contro i padroni di casa dell’Alpitour Villasimius, nella prima giornata. Proprio la squadra sarda, seguita con attenzione in tribuna vip anche dal Presidente del Comitato Regionale LND dei “Quattro Mori” Gianni Cadoni, è scesa sul rettangolo di sabbia nella fase centrale del pomeriggio al cospetto dell’Ecosistem Catanzaro di Capitan Valerio Staffa. Ne è scaturito un match tiratissimo e ricco di emozioni fino al triplice fischio che ha sancito il secondo successo consecutivo della squadra calabrese per 3-2,  nonostante una Beach Arena compatta nel sostegno alla squadra rossoblù, rappresentante dell’intera isola sarda. La giornata del Poetto è stata conclusa da un bellissimo Napoli BS vs Terracina che ha visto la squadra laziale prendere il largo nel terzo tempo grazie ad uno scatenato Lucas Duarte autore di tre reti nei primi tre minuti di tempo dopo aver segnato anche nel secondo tempo la rete del primo vantaggio. Per il numero 8 pontino una giornata importante con x centri complessivi. Il Napoli aveva tenuto testa alla blasonata squadra laziale per larghi tratti prima di crollare nel finale concludendo con una sconfitta per 6-1. Appuntamento a domani, domenica 10 giugno, a partire dalle ore 9 del mattino con la sfida tra Chancebet Canalicchio e Sicilia BS, per proseguire alle 10.15 con Lamezia Terme – Domusbet Catania in diretta streaming su sito Beach Soccer LND e pagina Facebook ufficiale. La mattinata si concluderà con il match tra Palazzolo ed Atletico Licata delle ore 11.30, anch’esso in diretta streaming. Primo incontro del pomeriggio alle 14.30, ancora in diretta streaming, con Ecosistem Catanzaro – Napoli BS. A seguire ci sarà l’ultimo confronto di giornata e di tappa, con Alpitour Villasimius – Terracina anticipata alle ore 17.

 

DOMUSBET CATANIA – PALAZZOLO 11-1 (3-0; 6-1; 2-0)

Catania: Rafael, Chiavaro, Corosiniti, Altobelli, Eudin, Fred, Palazzolo, Palmacci, Concorso, Ott, Zurlo. All: Costa
Palazzolo: Vitale, Caruso, Fazio, Mongelli, Randis, Papaserio, Sciacca, Juninho, Rutai, Campanella, Federici, Souza. All: Belluso

Arbitri: Di Mauro (Sesto San Giovanni), Cardone (Agropoli), Lattanzio (Collegno)
Reti: 7’ pt Palmacci (C), 10’ pt Ott (C), 12’ pt Zurlo (C), 1’ st Ott (C), 2’ st Palmacci (C), 3’ st Rutai rig. (P), 3’ st Palmacci (C), 6’ st Zurlo (C), 10’ st Eudin (C), 11’ st Fred (C), 5’ tt Corosiniti (C), 7’ tt Palmacci (C).

Domusbet Catania e Palazzolo aprono il lungo pomeriggio della Fratelli Beretta Beach Stadium di Quartu Sant’Elena dando vita ad un match molto interessante, soprattutto nel primo tempo, caratterizzato da fasi di studio reciproche anche abbastanza lunghe. Per i rossazzurri, in avvio di gara, un confronto sicuramente diverso rispetto a quello della prima uscita contro il Licata ed infatti passeranno quasi 10 minuti prima di vedere il tabellone segnalare la variazione di score. A rompere il ghiaccio sarà Palmacci al 7’ seguito dal raddoppio di Ott tre minuti più tardi direttamente su calcio di punizione: un missile terra aria che passa sotto il corpo di Vitale e si insacca alle sue spalle. IL Palazzolo non resta a guardare e cerca di rendersi pericoloso come all’11’ quando Souza trova il tiro giusto ma coglie la traversa. Il pericolo fa alzare le antenne agli etnei e sul rovesciamento di fronte, con tenacia, una palla vagante in area siciliana viene corretta in rete da Zurlo per il 3-0 che chiude la prima frazione.  Noel Ott non ne sbaglia una e ad inizio ripresa sfrutta ancora una volta, nel migliore dei modi, un calcio di punizione portando la Domusbet sul 4-0. Un minuto e le reti etnee diventano 5 con il tiro di prima sul secondo palo firmato Palmacci. Break del Palazzolo su penalty per l’1-5 siglato da Rutai e tripletta di Palmacci a seguire per il 6-1 quando mancano ancora 10 minuti allo scadere di secondo tempo. Trascorre qualche minuto ed Emanuele Zurlo trova la diagonale giusta per la settima realizzazione catanese. Ormai in campo c’è solo la Domusbet e prima del secondo riposo andranno ancora a segno Eudin e Fred per un parziale di 9-1. Nel terzo ed ultimo tempo il risultato cambierà ancora grazie alle reti di Corosiniti e ancora Palmacci, che porteranno il punteggio finale sull’11-1 a favore della Domusbet.

 

CHANCEBET CANALICCHIO – ATLETICO LICATA 8-3 (2-0; 4-2; 2-1)

Chancebet Canalicchio: Di Benedetto, Orlando, Polastri, Diop, Soria, Bonanno, Mascara, Calmon, Maci, Graso, Comello, Ardizzone, Lo Giudice. All: Giuffrida

Atletico Licata: Villani, Meo, Famà, Di Grazia, Iervolino, Montesanti, Casella, Lo Nardo, Distefano, Cultraro, Meo. All: Gambino

Arbitri: Balacco (Molfetta), Fagnani (Termoli), Matticoli (Isernia)
Reti: 2’ pt Ardizzone (CC), 10’ pt Calmon (CC), 1’ st Famà (AL), 4’ st Comello (CC), 6’ st Famà (AL), 6’ st Calmon (CC), 7’ st Orlando (CC), 8’ st Calmon (CC), 2’ tt Maci (CC), 10’ tt Di Stefano (AL), 12’ tt Soria (CC).

Si prosegue accompagnati dalla splendida giornata cagliaritana, sulla riva del Poetto a raccogliere l’azzurra carezza del mare. Di fronte Chancebet Canalicchio Catania ed Atletico Licata alla ricerca dei primi punti della stagione dopo le sconfitte in esordio contro Ecosistem Catanzaro e Domusbet Catania. Prima frazione equilibrata ma segnata dalle reti del doppio vantaggio etneo: Ardizzone in avvio e Calmon in chiusura. Seconda frazione al via e gara subito riaperta da Famà per l’1-2 che accende la Fratelli Beretta Beach Stadium.  A tenere il vantaggio più “sicuro” per i suoi ci pensa però Comello, direttamente dalla sua porta, per il 3-1 della Chancebet anche se Famà, decide ancora una volta di non lasciar prendere il largo agli avversari puntando la porta del Canalicchio per siglare il provvisorio 2-3. La Chancebet viene scossa dal recupero del Licata ed in meno di due minuti, porta il proprio vantaggio sul 5-2 grazie alle fulminee reti di Calmon ed Orlando. Il Canalicchio gioca ora maggiormente sciolto e non arresta la propria manovra offensiva allungando il vantaggio con Calmon che realizza una tripletta valida per il parziale di 6-2 che chiude il secondo tempo. Non cambia la musica nell’ultimo stralcio di gara dove troverà la via del gol anche Maci, sempre per il Canalicchio Catania. Cala l’intensità e non potrebbe essere altrimenti visto il risultato che porta il Canalicchio a gestire i sempre più rari attacchi del Licata, almeno quelli veramente pericolosi, anche se Di Stefano riesce a liberarsi in posizione favorevole ed accorcia il parziale al 10’. Negli ultimi secondi c’è ancora spazio per l’ottava rete catenese, su rigore, firmata Soria. Prima vittoria per la Chancebet e secondo stop per l’Atletico Licata.

 

SICILIA BS – LAMEZIA TERME BS 8-4 (2-1; 3-2; 3-1)

Sicilia BS: Lira, Strano G., Missale, Giordano, Mirabito, Ilardo, Bozzanca, Strano A., Garoffalo, Borzi, Mollica, Pereira. All: Silvestre
Lamezia Terme BS: D’Augello, De Nisi, Villella, Morelli, Muraca, Mercuri, Gatto, Mantuano, Gallo, Panzarella, Torchia, Sacco. All: Pellegrino

Arbitri: Bottalico (Bari), Susanna (Roma 2), Innaurato (Lanciano)
Reti: 4’ st Ilardo (S), 7’ pt Piu, rig. (S), 10’ pt Villella (L), 2’ st Muraca (L), 2’ st Piu (S), 4’ st Piu (S), 5’ st Muraca (L), 6’ st Ilardo (S), 4’ tt Missale (S),  8’tt Mercuri (L), 9’ tt Missale (S), 11’ tt Molica (S),

Il terzo match di giornata mette di fronte altre due squadre a caccia dei primi punti del 2018. La Sicilia, pur avendo disputato un buonissima gara, è reduce dalla sconfitta contro il Terracina mentre per il Lamezia Terme lo stop alla prima uscita è giunto per mano degli isolani sardi del Villasimius. Match molto equilibrato e giocato sul filo dell’errore di una o dell’altra formazione. Nei primi 12’ arriveranno comunque tre marcature, due per la Sicilia con Ilardo e Piu, su calcio di rigore, ed una per il Lamezia con Villella. Alla ripresa delle “ostilità” botta e risposta nel giro di un minuto con Muraca che pareggia i conti per i calabresi. Reazione immediata e 3-2 di Piu, per il nuovo vantaggio siciliano. Il numero 20 della Sicilia BS si ripete due minuti dopo e firma la personale tripletta che vale il parziale 4-2 accorciato immediatamente da capitan Muraca per il Lamezia. Gara viva, piacevole ed apertissima. Il Lamezia si proietta alla ricerca del pareggio ma incassa la 5^ rete ad opera di Ilardo, vedendosi costretto ad inseguire ancora di due lunghezze. Missione aggancio rimandata dunque per D’Augello e compagni al terzo ed ultimo tempo. Negli ultimi 12’ invece le cose si complicano per i calabresi specialmente a fronte della bella punizione battuta da Missale, valsa il provvisorio 6-3 a favore del Sicilia. Gli isolani controllano bene cercando di evitare il ritorno del Licata limitandone gli affondi più pericolosi, comprese le sortite del sempre temibile Muraca. Ad accorciare sarà invece Mercuri a 3 minuti dal termine ma le speranze di rimonta verranno fiaccate ancora una volta da Missale e successivamente da Molica, i quali porteranno a 8 le reti della Sicilia. Una boccata d’ossigeno importante in vista del prossimo, difficile, impegno contro la Chancebet Canalicchio.

 

ECOSISTEM CATANZARO – ALPITOUR VILLASIMIUS 3-2 (0-0; 1-1; 2-1)

Ecosistem Catanzaro: Piazza, Galeano, Staffa, Morabito, Makelele, Scalese, Bassi De Masi, Mascaro, Errigo, Matatia, Percia Montani, Bibichè. All: Aloi
Villasimius: Bueno, Caboni, Mancosu, Manis, Vargiu, Ruggiu, Spanu, Amado, Angoioni, Cappai, Perra. All: Catta

Arbitri: lattanzio (Collegno), De Prisco (Nocera Inferiore), Cardone (Agropoli)
Reti: 2’ st Errigo (EC), 10’ st Cappai (V), 1’ tt Bassi De Masi (EC), 7’ tt Makelele (EC), 10’ tt Mancosu (V),

Tornano in campo i rappresentanti della Sardegna. I padroni di casa affrontano l’esperta formazione dell’Ecosistem Catanzaro per il bis davanti ai propri sostenitori. Il match è tiratissimo, tattico, equilibrato oltre ogni previsione. Ci vorrà infatti molta pazienza per vedere la prima palla finire in fondo al sacco. E’ il secondo tempo ha decretare il vantaggio della squadra calabrese con Errigo in avvio, al quale risponderà nel finale Cappai con un perfetto diagonale. Ci si gioca tutto nell’ultima frazione di tempo ed è ancora una volta il Catanzaro a passare avanti con un bel gol di Bassi De Masi al primissimo tiro nello specchio dei terzi 12’. Il Villasimius riparte a testa bassa e sfiora il pareggio in almeno prima di incassare il gol di Makelele che vale il 3-1 a favore dell’Ecosistem. I sardi non mollano e accorciano in mischia con Mancuso accendendo gli ultimi due minuti di gioco. La Beach Arena di Quartu Sant’Elena spinge i rossoblù che provano e riprovano ad agguantare il pari ma, alla fine, dovranno digerire il successo per 3-2 dei giallorossi calabresi ora a puntaggio pieno.

 

NAPOLI – TERRACINA 1-6 (1-1; 0-2; 0-3)

Napoli BS: Merola, Simonelli, Suarez, Guadagno, Capobianco, Moxedano, Fiore, Venditto, Torres, Barral, Stefanini, Savarese, Loffredo. All: Sannino
Terracina: Monti, Bagnara, Olleja, Duarte, Sacchetti, Alla, Borelli, Eliott, Marzano, Anderson (Wesley), Frainetti, Mucciarelli, Sacchetti, Venerelli. All: D’Amico

Arbitri: Matticoli (Isernia), Innaurato (Lanciano), Di Mauro (Sesto San Giovanni)
Reti: 2’ pt Savarese (N), 7’ pt Wesley (T), 4’ st Duarte (T), 9’ st Frainetti (T), 1’ tt Duarte (T), 2’ tt Duarte (T), 3’ tt Duarte (T),

Il lungo pomeriggio della “Fratelli Beretta Beach Stadium” si conclude con la sfida tra Napoli e Terracina in diretta streaming sui canali ufficiali della Lega Nazionale Dilettanti, come la precedente gara. La squadra pontina, da sempre una delle big della Serie Aon, tenta di tenere il passo della Domusbet Catania bissando il successo della prima uscita. Da parte sua, la formazione partenopea, ha messo in campo una prova gagliarda e ordinata che le ha permesso di tenere testa alla blasonata Terracina. Il primo tempo si è chiuso con il punteggio di 1-1 con vantaggio azzurro di Savarese e risposta di Andersen. Secondo tempo in linea con il primo con poche occasioni e molto equilibrio, interrotto nel punteggio grazie al calcio di punizione trasformato da Duarte nel vantaggio per 2-1 a favore dei laziali al 4’. Il 3-1 pontino al 9’ è un capolavoro di Borelli che rovescia da posizione defilata, supera il portiere ma la palla rischia di ballare sulla “linea” di porta fin quando non si avventa Frainetti per ribadire in rete. Finisce così anche il secondo round dell’incontro e ci si avvia dunque alla terza ripresa con il Terracina in vantaggio di due lunghezze. Negli ultimi 12’, ad inizio di tempo, si scatena Lucas Duarte che porta il Terracina sul 6-1 in tre minuti avviando le pratiche per quello che sarà, al triplice fischio, il secondo successo consecutivo.