ARTESPORT: MERCOLEDI’ 13 GIUGNO IL TERZO EVENTO COLLATERALE A BOLZANO

Il linguaggio dello sport, ieri e oggi

BOLZANO – “Il linguaggio dello sport, ieri e oggi”.  Dell’arte di raccontare gli eventi sportivi, delle trasformazioni avvenute  negli ultimi anni, dei termini entrati nel linguaggio quotidiano si parlerà mercoledì prossimo 13 giugno alle ore 18 al Centro Trevi di Bolzano nell’ambito delle iniziative collaterali alla rassegna “ArteSport”, promossa dall’Ufficio Cultura italiana della Provincia di Bolzano nell’ambito dell’iniziativa “Nel Cerchio dell’Arte”. Giornalisti di fama nazionale, firme autorevoli dello sport italiano parleranno di com’è cambiato il modo di comunicare, di scrivere, di effettuare radio-telecronache: il dietro le quinte del giornalismo raccontato dagli esperti: il direttore delle testate Alto Adige e Trentino, Alberto Faustini, Giovanni Esposito, docente-formatore ai corsi di aggiornamento dei giornalisti e alla Scuola Sport Coni, Luigi Ferrajolo, Presidente nazionale dell’Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana), già direttore e prima firma del Corriere dello Sport-Stadio, Franco Morabito, già capo ufficio stampa del Centro Tecnico Federale di Coverciano, docente di comunicazione sportiva Scuola dello Sport del Coni, insieme ad alcuni giornalisti sportivi altoatesini. Moderatore e coordinatore dell’evento il giornalista sportivo Daniele Magagnin. L’incontro si svolge in sinergia con il gruppo regionale Trentino Alto Adige dell’Ussi ed è aperto a tutti, ad ingresso libero.

L’appuntamento rientra nel ricco programma degli eventi collaterali della rassegna “ArteSport”, il nuovo percorso inaugurato lo scorso 21 marzo al Centro Trevi, visitabile fino al 28 febbraio 2019 e facente parte dell’iniziativa “Nel cerchio dell’arte”, mostra multimediale che offre coinvolgenti e interattivi percorsi attraverso la storia dell’arte, e che quest’anno è giunta alla sua quinta edizione. L’esposizione è realizzata mediante l’ausilio di tecnologie di ultima generazione, come una proiezione circolare a 360 gradi che permette la visione di un breve documentario sulla storia dello sport e un tour virtuale D nella realtà del Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) alla scoperta delle opere legate alle discipline sportive. La mostra non presenta solo opere virtuali, ma anche alcune opere reali valorizzate in un contesto loro appositamente dedicato. Quest’anno, infatti, l’iniziativa è riuscita ad ottenere in prestito dal MANN un’opera molto importante: la statua del Corridore. Si tratta di un bronzo del I secolo a.C., appartenente al gruppo di due statue facenti parte dell’arredo di Villa dei Papiri ad Ercolano. Un’opera d’eccezione, un vero e proprio tesoro dell’arte, che impreziosirà la mostra fino alla fine di ottobre. Il MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma) è, invece, prestatore di un’opera contemporanea, entrata nella collezione permanente del Museo: il video “San Siro” di Yuri Ancarani. Un’opera che fonde in sé arte e cinema documentario e che ritrae, in una ipnotica atmosfera di piogge e nebbie, il “dietro le quinte” dello stadio di San Siro. “ArteSport” vuole far intersecare il mondo dell’arte con quello dello sport, portando un po’ di arte nello sport e un po’ di sport nell’arte.