#2annisenzaGiulio, il 25 gennaio anche la Fnsi in piazza con Amnesty

Roma 19 gennaio 2018 – Appuntamento alle 19.41 in piazza di Montecitorio a Roma e in decine di altre piazze italiane per tornare a chiedere ancora una volta verità e giustizia per Giulio Regeni. «Non sarà una semplice manifestazione, ma un abbraccio fortissimo di sostegno a Giulio e alla sua famiglia», spiegano i promotori.
#2annisenzaGiulio, il 25 gennaio manifestazioni in tutta Italia

Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto. Sono trascorsi due anni da quel 25 gennaio e ancora le autorità egiziane si ostinano a non rivelare i nomi di chi ha ordinato, di chi ha eseguito, di chi ha coperto e ancora copre il sequestro, la tortura e l’omicidio di Giulio Regeni.

Per tornare a chiedere verità e giustizia per il giovane ricercatore italiano, Amnesty International Italia ha lanciato la mobilitazione #2annisenzaGiulio: alle 19.41 del 25 gennaio in decine di piazze italiane mille luci saranno pronte ad accendersi per ricordare la sparizione di Giulio Regeni. A Roma l’evento si svolgerà in piazza di Montecitorio. Sarà presente anche la Fnsi.

«In questo secondo anniversario di lutto e di domande che la famiglia Regeni continua a fare senza ottenere risposte, è fondamentale non consegnare Giulio Regeni alla memoria e alla commemorazione. Con questo desiderio fissato nel cuore – spiegano i promotori dell’iniziativa – il 25 gennaio alle 19.41 porteremo in tutte le piazze d’Italia una candela, il “giallo Giulio”. Quella del 25 gennaio non è una semplice manifestazione, ma vuole essere un abbraccio fortissimo di sostegno di tutta Italia dedicato a Giulio Regeni e alla sua famiglia».

Tutti possono partecipare alle iniziative organizzate per il 25 gennaio: scuole, associazioni, istituzioni, università, singole persone. Le informazioni e la mappa con tutti gli eventi in programma sono disponibili sul sito web di Amnesty.

La Fnsi ha anche chiesto alle Associazioni Regionali di Stampa, che hanno subito aderito all’iniziativa, di partecipare e rilanciare le manifestazioni che verranno organizzate sui territori.